Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Data : 1 Gennaio 2017
2
Data : 2 Gennaio 2017
3
Data : 3 Gennaio 2017
4
Data : 4 Gennaio 2017
5
Data : 5 Gennaio 2017
6
Data : 6 Gennaio 2017
7
Data : 7 Gennaio 2017
8
Data : 8 Gennaio 2017
10
Data : 10 Gennaio 2017
21
Data : 21 Gennaio 2017
25
Data : 25 Gennaio 2017
27
Data : 27 Gennaio 2017
28
Data : 28 Gennaio 2017
29
Data : 29 Gennaio 2017
30
Data : 30 Gennaio 2017
31
Data : 31 Gennaio 2017

Dal diario di Anna Frank

Categoria
Spettacoli
Data
2017-01-27 21:15
Luogo
Centro culturale Il Funaro, via del Funaro 26/28 - Pistoia
Telefono
0573 977225
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Reading del Laboratorio di 
ARTE DELLA PAROLA IN SCENA


Conduzione e adattamento a cura di
Loriano Della Rocca

Con
Doriana Saielli, Guendalina Degl’Innocenti, Monica Innocenti, Nadia Del Lama, Paola Zipoli, Stella Paci , Massimiliano Carlesi.

Venerdì 27 gennaio, alle ore 21.15, il Funaro presenta una serata dedicata al Giorno della Memoria. I partecipanti al Corso Annuale di Laboratorio di Arte della Parola in Scena, a cura di Loriano Della Rocca si misureranno con il delicato tema dell’Olocauso. Il reading, dal libro “Il diario di Anna Frank”  (la riduzione del testo e il libero adattamento sono di Loriano Della Rocca) vede la partecipazione di Doriana Saielli, Guendalina Degl’Innocenti, Monica Innocenti, Nadia Del Lama, Paola Zipoli, Stella Paci , Massimiliano Carlesi. Dalla prefazione del libro, a cura di Natalia Ginzburg: "Giorno per giorno, dal lunedì 15 giugno 1942 al 1 agosto del 1944, una bambina olandese di tredici anni registra in un grosso quaderno la sua scoperta del mondo: angosce, illusioni, sogni e speranze rivelate a una immaginaria amica di nome Kitty. E' un'anima, questa della piccola Anna, che sboccia alla vita e all'amore nel chiuso di un nascondiglio, in una ovattata prigione familiare, braccata coi suoi dalle SS germaniche, murata viva nei pochi metri quadrati dell' "alloggio segreto". Mentre fuori la guerra divampa in tutto il suo furore, due famiglie, i Frank e i Van Daan, convivono qui unite da uno spaventoso destino, leggendo e litigando, pregando e imprecando, ascoltando i bollettini radio con l'orecchio sempre teso a ogni rumore esterno. In questo clima nascono i singolari appunti di Anna. "Non ho affatto intenzione di far leggere ad altri questo quaderno rilegato di cartone" ella scrisse all'inizio del diario. Non poteva immaginare certo che quelle paginette fitte di una minuta scrittura sarebbero non solo scampate al saccheggio della "Feld-Polizei", ma sarebbero rimaste a noi come un documento vivo e impressionante, una pura voce di poesia in mezzo all'orrore di un mondo selvaggio."

Anna Frank nacque il 12 giugno 1929 a Francoforte. Questa data, e quella della sua morte avvenuta nel marzo del 1945, è tutto quel che sappiamo di lei. Ma la sua più vera autobiografia è consegnata per sempre in queste pagine, che tradotte ormai in tutte le lingue hanno fatto il giro del mondo, destando ovunque tale interesse e commozione da ispirare riduzioni teatrali e cinematografiche. Tre giorni dopo l'ultima lettera alla sua immaginaria amica, Anna fu prelevata dalla polizia nazista assieme alla famiglia e condotta a morire nel campo di torture e di sterminio di Bergen Belsen.

L’invito a questa serata a ingresso gratuito è esteso a tutto il pubblico per mantenere viva la memoria dell’orrore dello sterminio commesso da uomini verso i propri simili, perché ciò che è stato mai più si ripeta e per contrastare ogni tipo di violenza.


 
 

Altre date

  • 2017-01-27 21:15