Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Data : 1 Gennaio 2017
2
Data : 2 Gennaio 2017
3
Data : 3 Gennaio 2017
4
Data : 4 Gennaio 2017
5
Data : 5 Gennaio 2017
6
Data : 6 Gennaio 2017
7
Data : 7 Gennaio 2017
8
Data : 8 Gennaio 2017
10
Data : 10 Gennaio 2017
21
Data : 21 Gennaio 2017
25
Data : 25 Gennaio 2017
27
Data : 27 Gennaio 2017
28
Data : 28 Gennaio 2017
29
Data : 29 Gennaio 2017
30
Data : 30 Gennaio 2017
31
Data : 31 Gennaio 2017

La scienza per l'arte

Categoria
Convegni
Data
2017-11-06 10:00
Luogo
Palazzo Dei Vescovi - Sala Sinodale
Telefono
011 921 14 67
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
File Allegato

 

La scienza per l'arte è un'area disciplinare relativamente recente che, in molti decenni, ha coinvolto la maggioranza della scienze sperimentali in una quantità e varietà di applicazioni per le opere d'arte. Storicamente, tra i primi ambiti di coinvolgimento vi è quello della conoscenza, ossia della caratterizzazione materica, costitutiva e costruttiva delle opere, compiti che rientrano nella disciplina archeometrica.

In un'altra vasta area, quella della conservazione, la diagnostica ha il ruolo cruciale di studiare lo stato di conservazione degli oggetti antichi, ossia di connotare processi e prodotti di degrado per poter progettare in modo razionale gli interventi di restauro, uscendo dall'empirismo e dall'approssimazione che avevano improntato, in precedenza, i restauri.

Sempre nell'ambito della conservazione vi è poi il compito strategico, perseguito in collaborazione con i restauratori, di ottimizzare i materiali e i metodi di restauro affinché essi risultino quanto meno invasivi, quanto più compatibili, durevoli e reversibili.

Ma vi è un ulteriore importante ambito di coinvolgimento, essenziale a prevenire il ripetersi dei processi di degrado, o quanto meno a limitarli. Esso ha per oggetto lo studio e la definizione dei parametri microclimatici appropriati, il controllo dell'evolversi delle cause di degrado e del comportamento dei trattamenti nel tempo: sono i ruoli tipici della conservazione preventiva, del monitoraggio, della manutenzione programmata.

È del tutto evidente come non manchino le tematiche in cui le scienze sperimentali, prime tra tutte la chimica e la fisica, possono dare un contributo essenziale per assicurare alle opere d'arte una più profonda conoscenza, una prolungata durabilità e una migliore fruibilità.

 

Partecipazione

La partecipazione al convegno è gratuita ma è necessaria l'iscrizione. Si consiglia di pre-registrarsi attraverso il modulo elettronico accessibile tramite il sito del convegno: www.symposium.it/lascienzaperlarte

Per ulteriori informazione e per consultare il programma si veda anche l'allegato.

 

 

 
 

Altre date

  • 2017-11-06 10:00