Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Data : 1 Gennaio 2017
2
Data : 2 Gennaio 2017
3
Data : 3 Gennaio 2017
4
Data : 4 Gennaio 2017
5
Data : 5 Gennaio 2017
6
Data : 6 Gennaio 2017
7
Data : 7 Gennaio 2017
8
Data : 8 Gennaio 2017
10
Data : 10 Gennaio 2017
21
Data : 21 Gennaio 2017
25
Data : 25 Gennaio 2017
27
Data : 27 Gennaio 2017
28
Data : 28 Gennaio 2017
29
Data : 29 Gennaio 2017
30
Data : 30 Gennaio 2017
31
Data : 31 Gennaio 2017

La città che scrive. Percorsi ed esperienze a Pistoia dall'età di Cino a oggi

Categoria
Mostre
Data
2017-10-21 00:00 - 2017-12-17 00:00
Luogo
Biblioteca Forteguerriana
Telefono
0573 371452
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
File Allegato

Mostra: "La Città che scrive. Percorsi ed esperienze dall’età di Cino a oggi", a cura di Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini

Pistoia, Biblioteca Comunale Forteguerriana
21 ottobre-17 dicembre 2017
Pistoia Capitale italiana della cultura 2017

 

Sabato 21 ottobre alle ore 17,30 in Biblioteca Forteguerriana sarà inaugurata la mostra "La Città che scrive. Percorsi ed esperienze dall'età di Cino a oggi ", a cura di Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini.

Saranno presenti il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e i curatori della mostra.


In occasione dell’anno di Pistoia Capitale italiana della cultura l’edificio storico della Sapienza, fondato dal cardinale Niccolò Forteguerri e oggi sede della Biblioteca Forteguerriana, ospita un suggestivo percorso dedicato alla scrittura a Pistoia, che si snoda fra manoscritti di opere letterarie, documenti, incunaboli, libri a stampa, autografi e materiali figurativi, dalla fine del Duecento ad oggi.
Al più antico testo letterario in volgare pistoiese si affiancano gli Statuti dell’Opera di San Jacopo; dai documenti e le poesie di Cino, illustre poeta stilnovista e amico di Dante, si passa ai manoscritti miniati di Sozomeno, a cui si deve il primo nucleo della Biblioteca. Inizia così il cammino plurisecolare della scrittura a Pistoia, che annovera, secolo dopo secolo, esperienze letterarie come quella del papa poeta Giulio Rospigliosi o quella di Niccolò Forteguerri con il suo Ricciardetto, fino – nell’Ottocento – al circolo di Scornio di Niccolò Puccini e al salotto di Louisa Grace Bartolini, dal quale passò anche Giosue Carducci. Si arriva poi alla stagione di Ferdinando Martini, di Carlo Collodi e di Policarpo Petrocchi, fino a giungere al Novecento di Piero Bigongiari e Gianna Manzini.   
Esperienze di scrittura originale, di copia, di eccezionale produzione libraria, di riflessione critica e ideazione, che hanno in comune il legame con la città e il suo territorio, un legame aperto e vivo, magari anche contrastato o contraddittorio, e non privo di sorprese: una storia che si protrae fino ai giorni nostri con le scritture diversificate di Roberto Carifi, di Francesco Guccini, di Tiziano Terzani, e che è destinata a continuare.

È un viaggio – quello proposto dalla mostra – affascinante e multiforme, che segue il percorso delle sale della Biblioteca Forteguerriana, portando il visitatore a indugiare sugli scaffali e sui libri, alla ricerca del valore di una comune identità.

 

La mostra sarà visitabile fino al 17 dicembre 2017 con il seguente orario:

lunedì/mercoledì/venerdì 9 -13,30  - martedì/giovedì 9- 3,30 e 15-17,30  sabato/domenica/8 dicembre 10-13 / 15-18

 
 

Altre date

  • Da 2017-10-21 00:00 a 2017-12-17 00:00