Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Data : 1 Gennaio 2017
2
Data : 2 Gennaio 2017
3
Data : 3 Gennaio 2017
4
Data : 4 Gennaio 2017
5
Data : 5 Gennaio 2017
6
Data : 6 Gennaio 2017
7
Data : 7 Gennaio 2017
8
Data : 8 Gennaio 2017
10
Data : 10 Gennaio 2017
21
Data : 21 Gennaio 2017
25
Data : 25 Gennaio 2017
27
Data : 27 Gennaio 2017
28
Data : 28 Gennaio 2017
29
Data : 29 Gennaio 2017
30
Data : 30 Gennaio 2017
31
Data : 31 Gennaio 2017

Sulla via della fiaba

Categoria
Mostre
Data
2017-09-29 16:30 - 2017-11-04 19:00
Luogo
Biblioteca San Giorgio
Telefono
0573/371600
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nell'ambito della V Edizione di Infanzia e città
Inaugurazione venerdì 29 settembre, ore 16.30
Presenta la mostra Giovanni Nucci

A partire dalla storia "La volpe e il polledrino", narrata da Antonio Gramsci nella raccolta di fiabe e lettere “L’Albero del riccio”, e riproposta nelle immagini dell’artista Viola Niccolai, la mostra fa da filo conduttore a una serie di incontri organizzati dai Servizi educativi, dalla Biblioteca San Giorgio e dall’Associazione Orecchio Acerbo, per provare a interrogarsi su quanto ancora le situazioni magiche e straordinarie del mondo fiabesco, anche trasformate o declinate in scenari a noi contemporanei, riescano a permeare l’immaginario collettivo, quanto ancora ci tengano per mano (questo il titolo dell’incontro con Giusy Quarenghi del 26 ottobre), che splendida suggestione siano ancora per capire il mondo: “Una fiaba ci immerge in un mondo familiare, improvvisamente ostile o meraviglioso – sostiene Francesca Matteoni – , chiede al suo lettore di guardare sempre un po’ oltre e molto dappresso, qualsiasi cosa accada – di abbeverarsi alla fonte della propria speranza”.

Una storia sospesa e incantata, dedicata a una Sardegna fiabesca e ai suoi abitanti più avventurosi, i bambini e gli animali, prende corpo attraverso le immagini di Viola Niccolai dedicata a questo racconto gramsciano. Le immagini e la storia – pubblicata non a caso nella collana “Fiabe quasi classiche” della casa editrice Topipittori – invita essa stessa a un colloquio profondo fra presente e passato, mito e cronaca, infanzia ed età adulta, condotto in una prosa nitida e luminosa, capace di stringere in modo indissolubile l’ottimismo della stagione infantile al pessimismo della visione adulta.

In mostra – oltre ai disegni nati dalla rilettura della favola gramsciana, occasione per far conoscere la produzione dedicata da quest’autore all’infanzia, la sua capacità pedagogica di trasmettere i valori in cui credeva e per i quali ha combattuto tutta la vira – anche una numerosa serie di altri disegni che permettono di far apprezzare questa giovane artista toscana: da quelli con il segno nero delle matite, quasi vecchie istantanee, agli acrilici, dai disegni nati dal mondo familiare, a quelli ispirati a mondi più lontani, come quelli tratti dalla Storia di Ba, con il piccolo Tomi e il suo villaggio africano.
“Aleggia una malinconia diffusa che traspare soprattutto dai bambini che Viola ritrae – sostiene Ilaria Tontardini di Hamelin. Non è tristezza ma un profondo senso di distacco dalla realtà del qui e ora, un senso di pacifica alterità. I bambini, come gli animali, restano incomprensibili al genere umano, ma nelle immagini di Viola producono una vertigine, una rara miscela di ignoto e di teneramente familiare” .

A presentare la mostra il poeta e scrittore Giovanni Nucci, curatore della programmazione del “Caffè degli autori” per conto della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi,  che ha al suo attivo numerosi libri per ragazzi, molti dei quali dedicati alla mitologia.

Viola Niccolai nasce a Castel del Piano, sul Monte Amiata (GR) il 7 dicembre 1986. Frequenta il corso di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze e il biennio specialistico d’illustrazione all’Accademia di Bologna. È stata selezionata per la mostra degli illustratori della Fiera di Bologna 2012 e alla biennale d’illustrazione d’Ilustrarte nel 2014. Assieme a Silvia Rocchi e Francesca Lanzarini ha creato il progetto espositivo e il libro Bosco di betulle. Fa parte del collettivo La trama autoproduzioni.
Ha collaborato con la rivista Hamelin e il NY Times. A settembre 2014 esce per Topipittori il suo primo albo illustrato, La volpe e il polledrino, su un racconto di Antonio Gramsci. Ha pubblicato anche Storie di Ba (Topipittori, 2016)

 
 

Altre date

  • Da 2017-09-29 16:30 a 2017-11-04 19:00