Venerdì 3 e sabato 4 ottobre torna, per la sua quattordicesima edizione, Il Forum del libro – Passaparola che quest’anno si propone di riflettere sul tema “Bibliodiversità in biblioteca, in libreria e a scuola”.

Un sistema culturale vitale è quello che offre una ricca varietà di proposte editoriali, evitando l’omologazione di gusti e contenuti. L’edizione 2017 di Passaparola intende interrogarsi sul ruolo che ogni protagonista del sistema librario ha nel promuovere e difendere la bibliodiversità: scrittori ed editori nell’investire in prodotti originali e innovativi; amministrazioni, biblioteche e scuole nel dare spazio ed educare alla varietà; infine, lettori e cittadini nell’esercitare la propria libertà di lettura.

In calendario venerdì 3 novembre i tre seminari/laboratori: “Bibliodiversità in biblioteca. Proporre letture diverse per libri diversi”; “Bibliodiversità in libreria. Nuove forme di alleanza tra librai ed editori” e “Bibliodiversità a scuola. Dal libro di testo alla biblioteca diffusa”.

Sabato 4 novembre in mattinata spazio al ricordo del maestro più famoso della storia televisiva italiana Alberto Manzi e al dialogo tra lo scrittore Giuseppe Montesano e il critico letterario Goffredo Fofi, in occasione dell’ultimo libro di Montesano Come diventare vivi. Vademecum per lettori selvaggi (Bompiani 2017).

A partire da sabato pomeriggio e per tutta la domenica il testimone di questa maratona del libro passa a L’anno che verrà, festival letterario in cui saranno presentati al pubblico le ultime novità editoriali e i libri che leggeremo nel 2018.

Chi ama i libri potrà incontrare chi del libro ha fatto la propria professione: scrittori ed editori che numerosi prenderanno parte all’evento. Tra gli autori che parteciperanno al festival anche il vincitore del Premio Campiello 2015 Marco Balzano. Gli editori presenti: Adelphi, Bompiani/Giunti, Einaudi, E/O, Feltrinelli, Laterza, Liberaria, L'Orma, Marcos y Marcos, Minimum Fax, Mondadori, NNE, Racconti, 66thand2nd, Sur, Voland.

Tra gli appuntamenti segnaliamo la serata di sabato 4 novembre, realizzata in collaborazione con l’Ambasciata degli U.S.A. a Roma, durante la quale i due scrittori americani Tom Drury e Benjamin Markovits presenteranno in anteprima nazionale i loro nuovi romanzi, in uscita per NNE e 66thand2nd.

Domenica 5 novembre, alle 12,in programma uno Speed date letterario in cui ciascuno potrà ricevere consigli di lettura su misura direttamente dagli editori.

Nel corso della giornata 23 aspiranti autori, individuati nelle scorse settimane per mezzo di una selezione pubblica, potranno proporre i propri manoscritti durante incontri individuali con editori ed agenti letterari.

Da ricordare infine, venerdì 3 novembre dalle 19,30 in poi, la Festa degli alleati della biblioteca San Giorgio.

Tutte le informazioni e il programma sono disponibili al sito web www.sangiorgio.comune.pistoia.it

Sabato 28 ottobre, alle ore 17, presso il Museo Civico di Pistoia, è stata inaugurata la mostra Attorno all’opera: la Presentazione di Gesù al Tempio di Anton Domenico Gabbiani, curata da Riccardo Spinelli e promossa e realizzata dal Comune di Pistoia/Museo Civico. La rassegna rappresenta una delle esposizioni più importanti dell’anno programmate dai musei comunali pistoiesi ed una delle più interessanti nel cartellone degli eventi ideati per Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017. Sarà aperta al pubblico fino al 7 gennaio 2018.


Facendo perno sulla pala di Anton Domenico Gabbiani oggi al Museo Civico, proveniente dalla chiesa benedettina di Santa Maria degli Angeli di Sala, commissionata all’artista nel 1709 ma consegnata solo nell’agosto del 1719, la mostra dà conto dell’importante ‘innesto’ della cultura tardo-barocca fiorentina e romana a Pistoia, rappresentato dalla chiesa dell’antico monastero benedettino. L’edificio costituisce ancora oggi uno dei più interessanti esempi di interno settecentesco organicamente concepito, decorato fra il 1709 e il 1719 con affreschi, stucchi, sculture, dipinti dei più insigni artefici fiorentini, raccomandati per questa impresa dal Gran Principe Ferdinando de’ Medici.

Pistoia, Museo Civico, Palazzo Comunale, piazza Duomo 1

29 ottobre 2017 – 7 gennaio 2018

dal lunedì al giovedì ore 10-14

dal venerdì alla domenica e festivi ore 10-18

Natale e Capodanno ore 16-19

www.mostragabbianipistoia.it

 

IL MUSEO E LA CITTÀ
Con la mostra particolare attenzione è riservata all’esperienza educativa e formativa, con opportunità di visita e occasioni di approfondimento sulle arti figurative a Pistoia
nel Settecento.


Il curatore racconta la mostra
sabato 11 novembre, ore 17.00
Riccardo Spinelli

La Presentazione di Gesù al Tempio di Anton Domenico Gabbiani del Museo Civico di Pistoia e le altre pale d’altare della chiesa di Santa Maria degli Angeli di Sala
conferenza al Museo Civico
La conferenza si svolge nel Salone dell’Ottocento del Museo Civico in Palazzo Comunale, piazza Duomo 1. La partecipazione è gratuita e non occorre prenotazione. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.


Visite guidate alla mostra
a cura di Lisa Di Zanni
venerdì 17 novembre, 8 e 22 dicembre, ore 16.00

A ciascuna visita può partecipare un massimo di 25 persone. È pertanto obbligatoria laprenotazione da effettuare, entro le ore 13.00 del giovedì precedente la visita, al numero di Pistoiainforma 800 012146. La partecipazione prevede il solo costo del biglietto d’ingresso alla mostra: ridotto € 2,00. Punto di ritrovo del gruppo: biglietteria del Museo Civico, dieci minuti prima dell’inizio della visita.

Itinerari in città
a cura di Mirabilia Associazione Culturale
domenica 19 novembre, ore 10.30
visita guidata alla Chiesa di San Leone
sabato 25 novembre, ore 16.00
visita guidata al Palazzo Forteguerri
sabato 2 dicembre, ore 16.00
visita guidata alla Villa Puccini di Scornio *
sabato 9 dicembre, ore 16.00
visita guidata alla Biblioteca Fabroniana **
in collaborazione con Anna Agostini
domenica 17 dicembre, ore 10.30
visita guidata alla Chiesa dei Santi Prospero e Filippo

A ciascuna visita può partecipare un massimo di 25 persone. È pertanto obbligatoria la
prenotazione da effettuare, entro le ore 13.00 del giorno precedente la visita, al numero
di Pistoiainforma 800 012146. La partecipazione è gratuita. Punto di ritrovo del gruppo:
biglietteria del Museo Civico, dieci minuti prima dell’inizio della visita.
* Punto di ritrovo del gruppo per la visita del 2 dicembre: ingresso della Villa Puccini
(via Dalmazia 356), dieci minuti prima dell’inizio della visita.
** La visita alla Biblioteca Fabroniana non è accessibile ai disabili motori.

Per le scuole, i bambini, le famiglie
a cura di Artemisia Associazione Culturale

La mostra nel museo
Per le opportunità di visite guidate alla mostra e al
Museo Civico è necessario inviare una mail all’indirizzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Campus natalizio
mercoledì 3 gennaio, dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Un appuntamento per trascorrere una mattina di vacanza in ambienti ricchi e stimolanti e per scoprire la ricchezza di suggestioni e curiosità nascoste nelle opere d’arte
Al campus può partecipare un massimo di 12 bambini, dai 5 ai 12 anni. È pertanto obbligatoria la prenotazione da effettuare, entro le ore 13.00 di martedì 2 gennaio, al numero di Pistoiainforma 800 012146. La partecipazione è gratuita. Punto di ritrovo del gruppo: biglietteria del Museo Civico, dieci minuti prima dell’inizio del campus.

Aperture straordinarie e visite guidate alla Chiesa di Santa Maria degli Angeli e all’Oratorio del Santissimo Crocifisso
tutti i sabati, dal 18 novembre al 30 dicembre
ore 10.30 e 11.30
a cura di Giulia Anabasi e di Andrea Bartolini
A ciascuna visita può partecipare un massimo di 30 persone. La partecipazione è gratuita e non occorre prenotazione. Punto di ritrovo del gruppo: ingresso della Chiesa di Santa Maria degli Angeli (corso Gramsci 149), dieci minuti prima dell’inizio della visita.
domenica 7 gennaio
ore 10.00, 11.00, 12.00, 15.00, 16.00 e 17.00
a cura del gruppo Fai Giovani Pistoia
A ciascuna visita può partecipare un massimo di 25 persone. È pertanto obbligatoria la
prenotazione da effettuare inviando una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Punto di ritrovo del gruppo: ingresso della Chiesa di Santa Maria degli Angeli (corso Gramsci 149), dieci minuti prima dell’inizio della visita.

 

Nei mesi conclusivi dell’anno da Capitale Italiana della Cultura, Pistoia dedica all’arte della scrittura la mostra La Città che scrive. Percorsi ed esperienze dall’età di Cino a oggi, aperta al pubblico da sabato 21 ottobre a domenica 17 dicembre, e il convegno di studi Pistoia e la lingua dell’Italia unita, martedì 14 novembre.
I due eventi saranno ospitati in una delle più antiche biblioteche d’Italia, la Forteguerriana, fondata nel 1473, che custodisce un patrimonio archivistico e librario di grande pregio tra libri, opuscoli, fondi manoscritti, documenti e cinquecentine.

La mostra, curata da Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini, permetterà ai visitatori di ripercorrere il cammino plurisecolare della scrittura a Pistoia attraverso più di un centinaio di pezzi esposti, fra manoscritti di opere letterarie, documenti, incunaboli, libri a stampa, autografi, piccoli oggetti e materiali figurativi dalla fine del Duecento ad oggi.

Il percorso espositivo prende infatti l’avvio dal manoscritto A53, il più antico testo letterario in volgare pistoiese, risalente al 1275, che contiene il volgarizzamento dei Trattati di Albertano da Brescia, opera del notaio Soffredi del Grazia, e dai documenti giuridici e le poesie di Cino dei Sighibuldi, amico di Dante, giurista di fama europea e poeta stilnovista. I manoscritti miniati dell’umanista Sozomeno, a cui si deve il primo nucleo bibliografico della biblioteca Forteguerriana, rappresentano l’esperienza di scrittura all’aprirsi della nuova età dell’Umanesimo, così come i libri composti e copiati da Tommaso Baldinotti raccontano l’esperienza di una lunga fedeltà di scrittura; le opere di Giulio Rospigliosi (papa Clemente IX) e dell’accademico Niccolò Forteguerri ci riportano una pagina del Seicento e del Settecento.

L’Ottocento, secolo d’oro per la vita letteraria pistoiese, è rappresentato in mostra da molte testimonianze, come le illustrazioni del celebre Pinocchio, uno dei quattro libri italiani più letti al mondo, pubblicate nel primo numero del Giornale dei Bambini e nella prima edizione completa illustrata; il vocabolario del lessicografo Policarpo Petrocchi, caposaldo per gli studenti di moltissime generazioni;  alcune lettere del mecenate Niccolò Puccini, come quella che gli scrisse Giacomo Leopardi nel 1825, e i delicati disegni della nobile Louisa Grace Bartolini, il cui salotto fu frequentato anche da Giosuè Carducci. La mostra include anche documenti del Novecento e della contemporaneità, esponendo diverse tipologie di scrittura come quella del cantautore Francesco Guccini, di cui si potrà ammirare l’autografo di Auschwitz, o la lettera del giornalista Tiziano Terzani al figlio Folco. 

È un viaggio – quello proposto dalla mostra – affascinante e multiforme, che illustra il forte legame della scrittura con la città e segue il percorso delle sale della Biblioteca Forteguerriana, portando il visitatore a indugiare sugli scaffali e sui libri, alla ricerca del valore di una comune identità.

La mostra sarà documentata in un libro a cura di Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini (Edifir, Firenze, pgg. 224, con 83 illustrazioni a colori).

Orario della mostra:

Lunedì / mercoledì / venerdì 9-13,30

Martedì / giovedì 9-13,30 / 15-17,30

Sabato / domenica / 8 dicembre: 10-13 / 15-18

Inaugurazione della mostra sabato 21 ottobre ore 17.30 – Seguirà aperitivo per tutti gli intervenuti.

Il legame tra la Capitale della Cultura 2017 e la lingua italiana sarà anche indagato nel convegno Pistoia e la lingua dell’Italia unita, martedì 14 novembre, che vedrà la partecipazione di studiosi eminenti come Claudio Marazzini, presidente dell’Accademia della Crusca.

La giornata di studi, promossa dal Comune di Pistoia, dalla Brigata del Leoncino, dalla Società Pistoiese di Storia Patria e dal Comitato Pistoiese per la promozione dei valori risorgimentali, sarà articolata in due sessioni: “Accademici, lessicografi e problemi di lingua” e “Un letterato multiforme, Policarpo Petrocchi”.

http://www.forteguerriana.comune.pistoia.it/da-sottolineare/

 

 

La rivelazione del Tibet. Ippolito Desideri e

l'esplorazione scientifica italiana

nelle terre più vicine al cielo

Palazzo Sozzifanti

via de' Rossi, 7

Dal 14 ottobre al 10 dicembre

orario: martedì-venerdì 15-19; sabato e domenica 10-18

Inaugurazione venerdì 13 ottobre ore 18,30

 

Convegno internazionale di studi su Ippolito Desideri S.J.

Venerdì 13 e sabato 14 ottobre ore 10-18

Auditorium Terzani

Biblioteca San Giorgio

via Pertini

 

Human Library: le esperienze in Italia

venerdì 6 ottobre 2017

 

Biblioteca San Giorgio - via S. Pertini, snc - 51100 Pistoia

Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017

#pistoia17

 

La Biblioteca “San Giorgio” di Pistoia e l’Associazione culturale “Pandora” che organizza la Human Library Toscana, il 6 ottobre 2017 promuovono un convegno sulle esperienze di Human Library esistenti in Italia, per confrontare punti di vista diversi su un’esperienza innovativa che ormai da diversi anni esiste, in forme diffuse e spesso invisibili, nel territorio italiano intervenendo, attraverso gruppi informali e associazioni, nel combattere stereotipi e pregiudizi.

L’idea di organizzare un convegno su questi temi nasce dall’Associazione Culturale Pandora che ha avvertito l’esigenza di mettere in comunicazione le diverse esperienze realizzate in Italia, anche in rapporto con la Human Library Organization, l’organizzazione nata dalla prima esperienza realizzata nel 2000 in Danimarca, per affrontare insieme, in modo interdisciplinare, questioni metodologiche legate agli aspetti narrativi, sociali, dei diritti umani e biblioteconomici, per individuare nuove modalità di rete e di lavoro per il futuro, per dare visibilità e diffusione a questa forma di incontro e dialogo con le storie degli altri.

 Al convegno parteciperanno i referenti delle Human Library attive in Italia, studiosi di varie discipline che offriranno prospettive di lettura diverse di questa esperienza, “libri viventi” e “lettori” che racconteranno le loro esperienze di protagonisti della human library.

 

 

PROGRAMMA

Auditorium Terzani

 

9:30

Registrazione partecipanti

 

9:45-11:30

  • Saluti istituzionali, Alessandro Tomasi, sindaco del Comune di Pistoia
  • Introduzione al convegno, Maria Stella Rasetti, direttrice della Biblioteca San Giorgio di Pistoia
  • La Human Library Organization, Ronni Abergel, presidente della Human Library Organization (traduzione consecutiva dall’inglese all’italiano)
  • Le Human Library si presentano

 

11:30-13:00

  • Non giudicare un libro dalla copertina: Human Library con libri-viventi da tutt’Italia
  • Panels informativi: a cura delle Human Library partecipanti al convegno

 

13:00-14:00

Buffet

 

14:00-16:00

Workshops

  • 1 Oltre gli stereotipi: coordina Claudio Rosati, esperto di tradizioni popolari e storia sociale
  • 2 Il metodo: esperienze a confronto: coordina Sara Cesari, referente del  “Projet Bibliothèque Vivante”  Bruxelles e Belgio
  • 3 I libri viventi e le storie: coordina Zelda Alice Franceschi, antropologa, ricercatrice dell’Università degli Studi di Bologna

 

16:00-18:00

  • Relazioni finali, a cura dei coordinatori dei workshops
  • Conclusioni:
    • Pietro Clemente, antropologo, presidente onorario di SIMBDEA
    • Massimo Belotti, direttore della rivista “Biblioteche Oggi”
    • Ronni Abergel, presidente della Human Library Organization
    • Paolo Martinino, referente della Human Library Toscana

 

In occasione del convegno, Editrice Bibliografica metterà in vendita in anteprima nazionale il volume “Come realizzare una Human Library”, appena uscito nella collana “Toolbox” (prezzo del volume: 8 euro)

 

INFO PRATICHE

 

Informazioni per raggiungere la sede del seminario:

Coordinate GPS della Biblioteca San Giorgio: N 43 55.699 - E 10 54.623

 

Per arrivare alla biblioteca dalla Stazione Ferroviaria di Pistoia

All’uscita della stazione, prendere la strada immediatamente a sinistra (via Pertini) per raggiungere a piedi la biblioteca (5 minuti, circa 150 metri). Raggiunto il cancello verde di recinzione, proseguire lungo il lato lungo dell’edificio, girare a destra percorrendo il lato corto con le vetrine espositive, per poi raggiungere la porta d’ingresso.

 

Per arrivare alla biblioteca con l'autobus

Per raggiungere la biblioteca con l'autobus, prendere la linea 15 del Copit (vedi orari), che ferma vicino alla biblioteca

 

Per arrivare alla biblioteca in auto dall'autostrada A11

Dall'uscita Pistoia dell'autostrada A11, mantenendo la sinistra, imboccare la SS64 in direzione Bologna-Modena ed uscire immediatamente allo svincolo Pistoia Sud. Mantenere la strada, superando a sinistra la fabbrica Hitachi (ex Ansaldo-Breda), per poi voltare obbligatoriamente a destra in via dell'Annona, proseguire fino alla rotonda, imboccare la seconda uscita verso il sottopassaggio di "Porta Nuova". Alla fine del sottopassaggio prendere la rotonda e imboccare la terza uscita. Allo stop troverete l'edificio della biblioteca sulla destra.

 

Per parcheggiare

Davanti alla biblioteca c'è uno spazio adibito a parcheggio (sosta gratuita).
Ci sono poi due parcheggi a pagamento (1 euro dalle 8 alle 15 o dalle 15 alle 20, oppure 2 euro per l'intera giornata):

- Parcheggio Pertini (accesso da via Pacinotti): 295 posti auto
  Coordinate GPS: N 43 55.699 - E 10 54.472
(da via Pertini proseguire in direzione opposta a quella della Stazione FS, superare la sede della Polizia Municipale, raggiungere la rotonda di Porta Lucchese e uscire alla seconda uscita in via Porta Lucchese; raggiunto il bivio tra via Puccini e via Porta Lucchese, girare a destra e, allo stop, girare a sinistra su via Pacinotti; da via Pacinotti svoltare alla prima a destra per imboccare l’ingresso del parcheggio Pertini)


- Parcheggio San Giorgio (accesso da via Ciliegiole): 233 posti auto
  Coordinate GPS: N 43 55.774 - E 10 54.603

(da via Pertini proseguire in direzione opposta a quella della Stazione FS e girare alla prima strada a destra (via Ciliegiole) fino a raggiungere l’ingresso del parcheggio a 3 piani)

 

Informazioni per la partecipazione al seminario:

inviare entro il 4 ottobre la richiesta di adesione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando il proprio nome e cognome, numero di telefono e ente di appartenenza (eventuale). Le richieste pervenute saranno accolte e confermate in ordine di arrivo, fino ad esaumento dei posti disponibili.

La conferma ricevuta darà diritto:

- a ricevere la borsa omaggio con i materiali informativi del convegno;

- a ricevere un account per la connessione gratuita al sistema Wi-Fi della Biblioteca;

- ad accedere gratuitamente al buffet riservato agli iscritti al convegno;

- a ricevere in omaggio un originale gadget di lettura offerto dalla Biblioteca San Giorgio.

Coloro che devono seguire specifiche prescrizioni alimentari sono invitati a segnalare le proprie esigenze, di cui la biblioteca terrà conto nell’organizzazione del buffet.

Coloro che non avranno inviato la richiesta entro i termini previsti potranno accedere all’Auditorium Terzani solo nel caso in cui risultino posti disponibili. Per questi ultimi non saranno garantiti la disponibilità dei materiali omaggio e l’accesso al buffet gratuito.

 

Informazioni per la partecipazione ai workshops:

Già nella richiesta di adesione, da inviare all’indirizzo e-mail sopra indicato, gli interessati potranno a indicare, in ordine di preferenza, gli workshops a cui desiderano partecipare. L’assegnazione dei partecipanti ai singoli workshops avverrà nel rispetto delle priorità indicate dai richiedenti, in ordine di arrivo e fino ad esaurimento dei posti disponibili per i singoli workshops, anche in ragione della capienza degli spazi ad essi destinati.

Coloro che non avranno espresso preferenze in sede di iscrizione potranno chiedere di essere inseriti in uno dei tre gruppi fino ad esaurimento dei posti disponibili. Le richieste di questi ultimi saranno accolte in ordine di presentazione alla segreteria organizzativa.

 

Esposizioni visitabili durante il seminario:

“Anselm Kiefer a Pistoia: libri tra i libri” (fino al 25 novembre): esposizione di libri d’artista di Anselm Kiefer, nella Sala Dipartimenti della biblioteca (I piano)

“Senza tempo: suggestioni, dall'archeologia al fumetto” (fino al 25 novembre) a cura di Eva Accardo e Gemma Bechini, nell’Art Corner

“Sulla via della fiaba/ (fino al 5 novembre) a cura di Viola Niccolai, nelle vetrine espositive.

 

 

 

Michelangelo Pistoletto torna a Pistoia. Il 30 settembre alle ore 12.00  nella Sala Sinodale del Palazzo dei Vescovi, Michelangelo Pistoletto presenterà in anteprima Ominiteismo e Demopraxia, un Manifesto politico, come recita la fascetta intorno al volume, che uscirà in libreria per Chiarelettere il 5 di ottobre. Uno scritto che invita ciascuno di noi a mettere in pratica la democrazia, a esercitarla in ogni piega del nostro quotidiano. E a mettere al primo posto, nel nostro vocabolario intimo, la parola responsabilità.

Il Terzo Paradiso, simbolo del pensiero pistolettiano, accoglierà il pubblico, nella medesima sala che ospita l'Arazzo Millefiori, opera medievale dall'ordito in seta e lana, popolata da animali selvatici e da una grande quantità di fiori. Un rimando all'hortus conclusus. L'Arazzo, come il Terzo Paradiso,  racconta trame di vita. Il tessuto umano. Ed è di fattura artigianale, come il Terzo Paradiso Pistoiese. Un'opera collettiva fatta di riuso, realizzata dalle donne della cooperativa sociale Manusa, che hanno tagliato, aggiustato e ricomposto i panni usati.

Alle ore 17,30 Il Terzo Paradiso lascerà il Palazzo del Vescovi e scenderà nella strada, attraverserà le vie del centro storico ed entrerà nella Galleria Vannucci.

Infine ore 18,00 nella Galleria aprirà la mostra dedicata al Maestro. “PISTOIA 30 SETTEMBRE 2017- MICHELANGELO PISTOLETTO PRESENTE” dove resterà fino al 13 novembre

Il Progetto è stato reso possibile grazie al Comune di Pistoia, Fondazione Valore Lavoro onlus, Fondazione Pistoletto Cittadellarte, Musei dell'Antico Palazzo dei Vescovi, Alce Nero, Cooperativa Manusa, Cooperativa Arkè, Innovo Architettura Tessile e Galleria Vannucci.

Un ringraziamento speciale è per la Galleria Continua di San Gimignano.

InizioIndietro123456AvantiFine